Misura a favore delle persone con disabilità grave o comunque in condizione di non autosufficienza

Con DGR n. 5940 del 5.12.16 “Misura a favore delle persone con disabilità grave o comunque in condizione di non autosufficienza”, Regione Lombardia intende sostenere interventi di sostegno e supporto alla   persona e alla sua famiglia per garantire una piena possibilità di permanenza della persona fragile al proprio domicilio e nel suo contesto di vita, compensando e integrando le prestazioni di cura rese direttamente dai familiari e/o attraverso personale dedicato.

Gli interventi previsti sono definiti in seguito a valutazione sociale o multidimensionale integrata e declinati nel Progetto Individuale di Assistenza.

Le risorse a copertura degli interventi sono assegnate seguendo i criteri di priorità di seguito indicati (in ottemperanza a quanto disposto dalla DGR e fino ad esaurimento del fondo a disposizione), mediante bando aperto in due periodi distinti:

1.  dal 6 al 24 marzo 2017 i Comuni possono accogliere esclusivamente le domande presentate da:

  1. persone in carico alla Misura B1/B2 al 31 ottobre 2016:
    • beneficiarie della Misura B1, non in quanto in dipendenza vitale alla luce dei parametri di cui alla DGR  n.4249/15, ma rientranti in quanto già beneficiari ex DGR n.740/13 con progetti approvati alla data del 31 ottobre 2014, valutati non con disabilità gravissima secondo i criteri del Decreto statale;
    • beneficiarie della Misura B2 ex DGR 4249/15 (bando 2016) valutate gravissime in base ai criteri del Decreto statale, in attesa di riconoscimento della Misura B1;
    • beneficiarie della Misura B2 ex DGR 4249/15 (bando 2016) con progetti di vita indipendente (laddove non finanziati con risorse Pro.VI, Misura Reddito Autonoma o Dopo di Noi) e altre tipologie (laddove non finanziati con  risorse  Misura Reddito Autonomia, Misure ex DGR n. 2942/14 – RSA aperta).
  2. persone in carico alla Misura B2 successivamente al 31 ottobre 2016.

 

2.  dal 2 al 19 maggio 2017 i Comuni possono accogliere prioritariamente le domande presentate da:

  1. persone di nuovo accesso, che non hanno beneficiato della Misura B2 ex DGR 4249/15 (bando 2016):
    • con nuovi progetti di vita indipendente;
    • di età uguale o superiore a 80 anni;
    • di età uguale  o superiore  a 50 anni  che  non beneficiano  di  altri interventi di  natura  economica;
  2. persone già beneficiarie della Misura B2 ex DGR n. 2883/14 (bando 2015) e non rientranti nei criteri di cui al precedente punto a).

Sono destinatari della Misura le persone in possesso di tutti i seguenti requisiti:

  • di qualsiasi età, che evidenziano grave limitazione della capacità funzionale con compromissione significativa dell'autosufficienza e dell’autonomia nelle attività della vita quotidiana, di relazione e sociale, residenti nel Comune;
  • in condizione di gravità così come accertata ai sensi dell'art. 3, comma 3 della L.104/92 o con invalidità civile al 100% con riconoscimento di indennità d'accompagnamento (nelle more della definizione del processo di accertamento l'istanza può essere  comunque presentata);
  • con ISEE ordinario o sociosanitario (nucleo ristretto) non superiore a € 20.000 come da normativa vigente;  con ISEE ordinario non superiore a € 35.000 come da vigente normativa (solo per “interventi a sostegno della vita di relazione dei minori con disabilità”);
  • non essere ricoverato in struttura residenziale in regime di lungodegenza. 

Dove rivolgersi per la presentazione della domanda di valutazione:  

  • Presso l’ufficio servizi sociali del Comune di Ronco Briantino, in via IV Novembre n. 30.
  • L’assistente sociale Erika Corti riceve il lunedì dalle 16,30 alle 18,30 e il venerdì dalle 9,00 alle 11,00. E’ possibile prendere contatti telefonicamente al numero 0396079018 (interno 8) oppure via mail all’indirizzo sociale.anziani-disabili@comune.roncobriantino.mb.it.