25 Aprile 2021 | Il contributo di ANPI

Pubblicato il 25 aprile 2021 • Celebrazioni , Eventi

XXV APRILE, SEMPRE!

Così recitava un manifesto apparso anni fa come invito alla partecipazione all’anniversario della liberazione.

Mai come oggi, questo invito ci viene in sostegno in questa ricorrenza che, ancora una volta, ci vediamo costretti a presenziare in maniera anomala. Non con i cortei, le bandiere, le canzoni e le musiche, non con la partecipazione diretta dei tanti che da sempre “ci vogliono essere”.

Siamo di nuovo costretti a celebrare questa giornata un po’ in sordina, senza poterci incontrare con tutti quelli che vorrebbero essere presenti. Ma siamo ancora qui, in ricordo di quanti tra i nostri partigiani sopravvissuti di allora purtroppo sono mancati in questi due anni di maledetta epidemia e insieme a quelli che invece sono rimasti e hanno voglia di essere presenti.

Mai come oggi, si diceva, si sente il bisogno di manifestare la nostra presenza, per fronteggiare gli attacchi che ogni santo giorno vengono portati alle memorie del passato: distruzione di lapidi, imbrattamento di monumenti, rimozione o danneggiamento di pietre d’inciampo, attacchi informatici a programmi diffusi in rete anche dalle scuole, come recentemente accaduto anche nella nostra zona.

Non ne abbiano a male i poveri fascisti e negazionisti della storia nazionale. Non ci faremo certamente impaurire né da loro né dalle loro vigliacche azioni che quasi mai portano le firme e le facce di chi compie queste bieche azioni.

Non si vuole di sicuro ripercorrere le loro azioni con le stesse, fanatiche modalità, bensì promuovere sempre di più il dialogo costruttivo con tutti quelli che saranno disponibili all’ascolto e portare avanti sempre i valori di antifascismo e di lotta alla disinformazione e alla negazione di quanto è accaduto nel nostro paese nel secolo scorso.

Ecco perché ci siamo e ci saremo sempre di più anche fra i giovani, nelle scuole, perché proprio in questi ambiti è doveroso seminare bene oggi per poter avere un domani persone più responsabili che raccolgano i testimoni lasciati da chi non ci sarà più. Dobbiamo registrare con grande soddisfazione quest’anno la partecipazione di alcuni studenti delle nostre scuole che, grazie al consenso dell’Amministrazione Comunale e dell’autorità scolastica, che ringraziamo vivamente, ci hanno accompagnato alla deposizione di un piccolo ricordo al nostro monumento ai caduti. Troviamo molto significativa questa presenza che auspichiamo possa in futuro essere ancor più ampliata allorché si potrà ricominciare a celebrare come si deve un evento così importante.

Ricordiamo che la festa della liberazione è festa nazionale, è festa di tutti anche di quelli che ancor oggi negano i valori che ci uniscono in questa giornata. Per ricordare ciò che è stato, quale migliore testimonianza delle oltre 500 voci raccolte nel sito “noipartigiani.it” dove si possono trovare tanti volti e storie di uomini e donne che, allora, hanno scelto da che parte stare e che ora ci hanno consentito di ascoltare i loro racconti.

Andiamo a ripercorrere dunque con il loro aiuto quegli anni tristi e dolorosi, per meglio assaporare il tempo attuale di libertà democratica che la Resistenza e l’antifascismo ci hanno donato, per saper crescere con uno spirito forte e consapevole, senza interferenze negazioniste, ma aperti e disposti a metterci in gioco seguendo il loro esempio quando, poco più che ragazzi, si sono prodigati per offrici un futuro migliore.

Onore quindi ai nostri partigiani e speriamo davvero di poter festeggiare degnamente l’anno prossimo questa importante data del nostro calendario civile.

ORA E SEMPRE, RESISTENZA!


ANPI SEZ. SANDRO PERTINI – AICURZIO, BERNAREGGIO, CARNATE, RONCO BRIANTINO
info@anpi-sandropertini-mb.itwww.anpi-sandropertini-mb.it